8 novembre 2013

Il caso YELP: trasparenza e crowdsourcing

Cosa è Yelp?[1]

Yelp.com è un social network, nato nel 2004, dove gli utenti della community caricano le proprie recensioni e le proprie opinioni su un locale, o dove possono trovare il parere di altri su qualsiasi attività commerciale. 
I membri sono portati a sfidarsi nel campo delle recensioni, esaltando i commenti più popolari, facendo rilevare agli utenti i contenuti che aderiscono di più ai loro interessi, con un sistema di premi(es. con il titolo “First to Review”). Le recensioni sono fatte tutte da clienti, non dai proprietari delle aziende. L’utente può dare un voto che va da 1 a 5 ad ogni attività, fornendo anche delle informazioni base, come gli orari di apertura. Interessante notare come la differenza con gli altri portali simili, Yelp non solo non permette la modifica della recensione ai proprietari del locale di cui si parla, ma rimuove le recensioni sospettate di essere state scritte dagli stessi.

CRESCITA

A Novembre 2008, Yelp.com contava 18 milioni di utenti, di cui 100.000 provenienti dal Regno Unito.

In 4 anni Yelp è cresciuto in maniera esponenziale arrivando a 84 milioni di account attivati e 39 milioni di recensioni scritte dai soli utenti nel 2012. 

Nel primo trimestre(Q1) del 2013 Yelp ha raggiunto una media di 102 milioni di visitatori unici al mese. 

A Marzo 2013 Yelp.com ha rilevato che gli accessi di utenti unici a Gennaio 2013 sono stati 100 milioni, a cui si deve aggiungere i 9,4 milioni dall’app del sito. Le 10 città più influenti sono New York, Londra, Los Angeles, Parigi, Chicago, Milano, Madrid, Toronto, Singapore e Berlino. 

Le recensioni dal primo trimestre del 2012 al primo trimestre del 2013 sono aumentate del 42%, passando da 27 milioni circa ad un complessivo 39 milioni. 

Anche il numero di visitatori unici è aumentato, da 71,4 milioni al mese nel primo quadrimestre del 2012 a 102,1 milioni del primo quadrimestre del 2013. 

Inoltre fatto ancora più importante, i ricavi sono più che quintuplicati, passando dai 25,8 milioni del 2009 ai 137,6 milioni del 2012. La maggior parte basati su finanziamenti provenienti da aziende locali(80% circa nel 2012), con una piccola quota proveniente dai grandi brand(15% nel 2012).

SVILUPPO

Nel 2008 apre in U.K. , per poi espandersi in Francia nel 2010 , in Spagna e Francia nel 2011.   

Nel 2008  Yelp.com apre agli imprenditori, che possono creare un proprio account, modificare le informazioni come orari e offerte, sapere le statistiche di utenza della loro pagina, rispondere alle recensioni, sia positive che negative.

Nel 2009 la nuova versione dell’app  Yelp per Iphone 3GS aveva in dotazione anche un servizio extra chiamato “Monocle”. Sul display comparivano le informazioni dei punti di interesse presenti nel database in prossimità della posizione del dispositivo, sfruttando GPS e magnetometro.  

Nel dicembre 2009 Yelp doveva essere acquisito da Google, ma l’affare è sfumato.

Nel Gennaio 2010 Yelp introduce il check – in, diventando uno dei social network che sfrutta il principio di geolocalizzazione.  Nel giugno dello stesso anno si accorda con il sito OpenTablet, sito di prenotazione di Ristoranti, per permettere agli utenti di prenotare direttamente sul suo sito. 

Nell’Aprile 2011 introduce un servizio di offerte simile a Groupon. 

Nel 2012 il nuovo servizio mappe della Apple per IOS 6 comprende il check-in di Yelp.

VANTAGGIO COMPETITIVO

Quali sono i punti cardine del successo di Yelp?

1) Trasparenza e credibilità
2) Recensioni scritte da utenti reali

PARTNERSHIP

Le aziende che collaborano attivamente e a pagamento con Yelp sono aumentate dal (Q1)2012 al (Q1)2013, aumentando da 27 mila a 44mila paganti, con un aumento del 63%.

UTENTE TIPO

L’utente di Yelp.com ha nel 13% dei casi tra i 18 e i 24 anni, per il 24% tra i 25 e i 34, nel 18% tra i 35 e i 44, nel 17% tra i 45 e i 54 anni, nel 17% dei casi più di 55 anni. Una percentuale di poco superiore di uomini rispetto alle donne. Per quanto riguarda le fasce di reddito, il 14% ha un reddito tra i 40mila e i 59.999 euro, il 12% tra i 60.000 e i 74.999, il 20% tra i 75.000 e i 99.999 euro, il 39% oltre i 100.000 euro. Il 59% degli utenti sta studiando al college o è già laureato(43% uomini - 57% donne)mentre il 17% sta svolgendo o ha già svolto una laurea specialistica o master di primo livello(62% uomini 38% donne). Gli argomenti più diffusi sono Shopping(23%) e Ristoranti(21%).

[1] Tutti i dati sono stati presi dal portale Yelp

Nessun commento:

Posta un commento