9 maggio 2011

9/05/1978 - 9/05/2011. In ricordo di Peppino Impastato

Nato nella terra dei vespri e degli aranci, tra Cinisi e Palermo parlava alla sua radio, negli occhi si leggeva la voglia di cambiare, la voglia di giustizia che lo portò a lottare, aveva un cognome ingombrante e rispettato, di certo in quell'ambiente da lui poco onorato, si sa dove si nasce ma non come si muore e non se un ideale ti porterà dolore. 





1 commento:

  1. Se è vero che la mano armata che ha ucciso è quella della mafia, è vero anche che la responsabilità è dei politici che sono scesi a patti con la criminalità per un pugno di voti.
    Di questo passo è difficile immaginare un futuro di democrazia e progresso dal momento che la legalità fa comunella con la illegalità.

    RispondiElimina