18 dicembre 2010

Vinicio Marchioni(il Freddo) attacca la politica


Una lettera che merita di essere letta per la lucida analisi della situazione degli ultimi giorni.

17/12/2010 E dicevano che eravamo noi il cattivo esempio

Si è conclusa la seconda serie di Romanzo Criminale e - come avete visto - i balordi che abbiamo interpretato hanno fatto davvero una brutta fine. Spero che almeno questo possa servire a chiudere le troppe polemiche sull’emulazione da parte dei giovani rispetto ai personaggi della Banda. Ma dopo gli eventi politici di martedì scorso, con i nostri rappresentanti in Parlamento che si offendevano a gestacci nell’aula di Montecitorio con una violenza negli sguardi da fare concorrenza a noi attori della fiction; dopo gli scontri nelle strade (indice di un malcontento e di un malessere generale del paese ormai allo sbando da tempo); dopo gli scandali delle assunzioni a Roma per parenti e amici degli amministratori; dopo che molti dei nostri politici sono ancora impuniti in seguito a beghe varie con la giustizia, dopo che alla fine di ogni giornata si ha continuamente l’impressione che non cambierà nulla e che la maggior parte dei governanti continuino a perseguire solo i loro interessi fregandosene delle leggi e di come stanno i cittadini onesti; dopo tutto questo mi chiedo: ma il cattivo esempio eravamo davvero noi attori di Romanzo Criminale. Al Senato, alla Camera, al Consiglio dei Ministri, nei Comuni, nei municipi chi comanda e gestisce il potere dovrebbe essere un esempio di onestà e moralità. Non vorrei vergognarmi più di essere italiano. 

Vinicio Marchioni (Leggo)


Nessun commento:

Posta un commento